Come arrivare all’Oktoberfest e cosa aspettarsi?

L’ Oktoberfest è la festa più attesa di tutta l’Europa ,dove ogni anno si riversano migliaia di Italiani provenienti da ogni regione.

La nascita dell’Oktoberfest risale al 1810 quando il principe bavarese Ludwig prese in sposa la principessa Therese di Sassonia. La festa per il matrimonio durò cinque giorni e si svolse in questo grande prato (in tedesco Wiese) non molto distante dal centro di Monaco. La festa fu estesa a tutti i cittadini e furono organizzate delle corse a cavallo in onore della famiglia reale.

Dal giorno il grande prato prese il nome di Theresienwiese , in onore della principessa e, siccome i festeggiamenti piacquero molto a tutto il popolo nell’anno successivo alle nozze venne organizzata una nuova festa, dando il via alla tradizione dell’Oktoberfest.

Nei primi tempi, l’Oktoberfest era costituito da piccoli casotti dove si beveva birra e solo nel 1818 venne posizionata una piccola giostra. In seguito venne introdotto il primo bicchierone da un litro e  nel 1896 si iniziarono ad installare i primi tendoni di birra.

COME ARRIVARE ALL’OKTOBERFEST?

In aereo:

Premetto già che conviene prenotare sempre molto prima per quelle due settimane dell’ Oktoberfest, perché i prezzi si alzano di molto e c’è il rischio di non trovare più biglietti disponibili.

Atterrerete all’aeroporto di “Franz Josef Strauss International Airport” e con l’U-bahn U8 o con la S-bahn S1 potrete raggiungere il centro a Marienplatz o Karlsplatz . Per raggiungere l’Oktoberfest vi basta prendere la U-bahn U4 o U5 e scendere alla fermata Theresienwiese.

In auto:

Se arrivate dall’Italia in auto potete prendere la strada del Brennero, passando da Innsbruck oppure la strada A23 che costeggia Udine e Venezia, e raggiungerete Monaco sud.

Consiglio di lasciare la macchina in uno dei grandi parcheggi in periferia e prendere i tram oppure arrivare a Monaco al mattino presto in modo da non trovare la folla nell’ora di punta.

In autobus o treno:

Ci sono molti treni che arrivano direttamente nella stazione centrale di Monaco, ma è anche vero che dal sud Italia vi toccherebbe prendere molte coincidenze. Un’altra opzione è fare affidamento alle tante agenzie che organizzano viaggi  di gruppo in autobus o se siete un grande gruppo di amici noleggiare voi stessi un bus con autista.

 

oktoberfest

 

COSA BISOGNA SAPERE

-Non portatevi troppi soldi o nel caso nascondeteli in una tasca dei vestiti. Delle borse o borsette conviene farne a meno.

Aggiornamento Oktoberfest 2016: Quest’anno sono stati proibiti i passeggini, gli zaini e le borse di grandi dimensioni. Sono stati messi a disposizione dei depositi dove lasciare queste cose (erano 2 ) ed entrambi erano pieni o con molta fila. Conviene lasciare queste cose già in auto o arrivare presto per non perdere tempo ad aspettare il vostro turno (noi abbiamo perso un’ora). Le piccole borsette invece sono accettate, ma vengono controllate.

-Se decidete di mangiare in uno dei capannoni della birra cercate di non sbagliare l’ordinazione , perché nel caso  sbagliate un piatto e  lo rimandate indietro, la povera cameriera/e che riporta il cibo in cucina dovrà mettere i soldi di tasca sua per pagarlo.

-Collegandomi anche al discorso del cibo, un piatto completo (tipo stinco di maiale e patatine, in tedesco  Schweinshaxe  ) si aggira da i 12 a i 25 euro. Quindi per rispetto del cameriere/a se avete sbagliato un piatto e la colpa è la vostra , è bene prenderlo lo stesso.

 

WP_20140929_064

 

-Il prezzo di un piatto completo si aggira da i 12 a i 25 euro, una birra da un litro (Mass) costa da i 10 euro a salire, e uno shottino ( schnapps in tedesco ) costa da i 4 a i 6-7 euro, con dimensioni da 2cl o 4cl.

-Se volete pranzare nei birrifici più’ famosi conviene  prenotare un tavolo  anche un mese prima. In caso contrario se volete solo bere e fare qualche foto troverete posti al mattino.

-I bicchieri della birra NON si possono portare via da i tendoni. Nelle entrate ci sono sempre le guardie che controllano le persone che entrano ed escono. Logicamente qualche furbetto ci prova sempre mettendoselo sotto la giacca!

La tradizionale canzone cantata dai bavaresi dentro i tendoni è questa: ” Ein Prosit, ein Prosit,Der Gemütlichkeit. Ein Prosit, ein Prosit,Der Gemütlichkeit,oins,zwoi ,drei,Gusuffa” al che tutti devono alzare i bicchieri e brindare con i compagni urlando Prost ( appunto brindisi).

I capannoni più famosi dell’Oktoberfest sono l’Hofbrauhaus, la Paulaner, l’Augustiner e la Löwenbräu.

oktoberfest