Il castello di Neuschwanstein, come in una favola

Neuschwanstein è il castello dei sogni di ogni bambina, ornato da piccoli balconi e torrette ,che si erge all’altezza di 965 metri sopra ad un colle roccioso.

Situato nei dintorni del paesino di Füssen , fu costruito tra il 1869 e il 1886 dal re Ludwig II prendendo spunto dal castello di Wartburg in Turingia, come simbolo delle romantiche e leggendarie opere tedesche.

La propensione del re verso le opere tedesche divenne ossessione quando, dopo che salì al trono, decise  di costruire il castello, nonostante le ingenti spese imposte al suo paese per la realizzazione di questo progetto.

Da qui il re venne soprannominato “Re pazzo”!

Se il castello di  Neuschwanstein, visto dall’esterno, ricorda molto le fiabe Disney, all’interno è un mix di stili architettonici. Lo stile barocco si sposa armoniosamente con lo stile gotico, mentre nella Stanza del Trono molti dettagli riportano al gusto bizantino decadente.

 

Quali stanze si possono visitare al Castello di  Neuschwanstein?

Attualmente nel castello, l’accesso al pubblico è ristretto a poche stanze, come ad esempio alla bellissima Sala del Trono, che ricorda molto,sia per struttura, che per stile ,ad una chiesa. I muri sono caratterizzati dalla presenza di affreschi ,alcuni riconducibili al tempo di Gesù, e il punto in cui un tempo risiedeva il trono è simile all’altare dove il prete celebra la messa.

 

La Sala dei Cantoni e la Sala da Ballo si trovano in una stanza in comune , che non veniva utilizzata per le feste, come ad i tempi era di uso comune, ma serviva come monumento alla cultura cavalleresca.

Nella Stanza del re, si trova il bellissimo letto , costruito da ben 15 uomini, che impiegarono quattro anni per l’intaglio del legno e la realizzazione della struttura.

Il re , amante dello sfarzo , fece costruire all’interno delle stanze delle grotte illuminate, che, a quei tempi ospitavano una cascata.

Altre due stanze che possono essere visitate sono la Sala da Pranzo e il Salotto.

Nonostante l’amore che il re provava negli stili antichi, non si privò comunque di alcune tecnologie, quali un sistema di riscaldamento e l’acqua corrente calda nelle cucine.

Dopo soli tre anni dal trasferimento nel Castello di Neuschwanstein il re venne dichiarato impossibilitato a regnare e passò un periodo nelle prigioni di stato. In seguito, alcuni giorni dopo, fu trovato annegato nel lago di Starnberg. Si pensò ad un suicidio.

Dopo la morte del re, il castello venne aperto al pubblico, nonostante lui stesso avesse dichiarato il desiderio di demolirlo, dopo la sua morte. Tuttora rappresenta uno dei più importanti simboli della Baviera, e ogni anno conta la media di 1,4 milioni di visite.

Il re non si fermò solo alla creazione di questo castello, infatti in Germania si trovano altri due palazzi di sua creazione.

Il palazzo di Linderhof nei pressi di Oberammergau è una bellissima struttura che sorge in un grande parco , con la presenza di un tempio dedicato a Venere e delle caverne artificiali con tanto di un lago e stalattiti.

Il re Luigi acquistò anche un isola sul lago di Chiemsee dove costruì un castello nello stile del palazzo di Versailles. Dopo sette anni di lavori i soldi terminarono e il palazzo restò incompleto.

 

Il castello di Neuschwanstein

 

Non esiste un periodo migliore per visitare questo castello, in quanto in ogni stagione gli alberi che ricoprono la parete rocciosa e il panorama stesso, donano un fascino ancora più suggestivo alla struttura. (eccetto quando sono andata io, come si vede dalle foto 😀 )

In autunno i colori caldi degli alberi, in inverno il bianco della neve e in primavera il verde chiaro delle prime foglie.

Se il castello è il simbolo della zona, non è da trascurare il paese di Füssen.

Füssen è il tipico paese bavarese, con i prati curati, le strade pulite e le case decorate da fiori e piccoli dettagli con la presenza di affreschi. Il piccolo centro è composto da una deliziosa piazza dove sono presenti alcuni Cafè e il paese è attraversato dal fiume Lech.

A Füssen potete visitare la chiesa di Heilig Geist Spitalkirche , il monastero di Sankt Mang o fare una passeggiata lungo le sponde dei laghi  Hopfensee e Forggensee a pochi km dal paese.

 

 

 

Come arrivare al Castello di  Neuschwanstein?

 

Il castello si trova circondato dalle Alpi Bavaresi e non è molto distante dal confine austriaco. Tra il castello di Neuschwanstein e il castello di Hohenschwangau (dove il re visse fino all’incoronazione) passa la Romantische Strasse, la via romantica della Germania.

Il paese di Füssen è ben collegato con le linee ferroviarie, ma è raggiungibile anche in auto , parcheggiando vicino al Hohenschwangau e proseguendo a piedi per un chilometro e mezzo.

Dal paesino è possibile salire al castello prendendo il pullman o la carrozza trainata dai cavalli.