Cosa vedere a Salisburgo in tre giorni

Salisburgo, detta anche la città di Mozart, è una tipica città Austriaca , ricca di chiese e strutture architettoniche con alcune impronte risalenti al medioevo, al periodo romanico, al rinascimento, al barocco e all’epoca della monarchia. Le case dai colori chiari e i tetti neri o verdognoli donando un tocco quasi aristocratico al centro storico, che è diviso a sua volta in due parti da un grande fiume, simbolo inconfondibile delle città del nord. Quello che più colpisce all’occhio, appena si arriva a Salisburgo, è sicuramente l’imponente fortezza arroccata sulla roccia che domina e quasi protegge tutta la città.

Camminando per le strette vie ciottolate del centro si può notare un massiccio muro di pietra che circonda quasi in un abbraccio la città a nord del fiume. Qui, lungo la via müllner hauptstrasse, proprio sotto il muro, le case sono state costruite quasi dentro la roccia e dipinte con colori sgargianti come il giallo o il verde. Salisburgo rientra inoltre tra le città che fanno parte del Patrimonio Culturale Mondiale.

òò (1 di 1)-22_finemmeee

 

COSA VEDERE A SALISBURGO?

La Fortezza

 

Costruita nel 1077 dall’arcivescovo Gebhard, la fortezza di Salisburgo serviva come difesa nel periodo delle lotte per le investiture tra il Papa e l’Imperatore. In seguito divenne una prigione e poi una caserma, mentre con il passare degli anni il suo utilizzo perse sempre più importanza fino a che si decide di trasformare le stanze e i giardini in un museo.

E’ possibile raggiungere la fortezza tramite la funivia oppure tramite un sentiero a piedi, decisamente molto più panoramico ma anche più faticoso. Arrivati alla biglietteria (se fatte il percorso a piedi), si percorre un’altra strada in salita di circa 200 metri, tra portoni e portici, che finisce poi nel grande cortile interno.

Il biglietto standard per l’ingresso al castello costa 15,20 euro per gli adulti e di 8,70 euro per i bambini, mentre il biglietto base che esclude l’entrata nella stanza dei principi e nel teatro magico viene 12,00 euro per gli adulti e 6,80 euro per i bambini. Ci sono alcuni sconti per le famiglie.

Le stanze del castello aperte al pubblico sono la sala delle marionette, il museo delle armi, delle armature e dei mezzi di tortura e la stanza dei principi, dove il muro e il soffitto sono ricoperti di dettagli in oro. Si può girare liberamente all’interno del cortile e godere della bellissima vista su Salisburgo.

fortezza di salisburgo

òò (1 di 1)-9_finemmeee

 

I boschi di Salisburgo:

 

Un altro posto dove poter godere della splendida vista di tutta la città si trova proprio sopra il muro di pietra che ho accennato ad inizio pagina.

Si prende la strada Linzer Gasse, la principale via del centro sul lato destro del fiume, (dalla parte dei giardini di Mirabell per intenderci) e si percorre la via per circa 50 metri tenendo d’occhio il lato destro della strada, fino a che non si vede un grande arco che fa da ingresso ad una stradina laterale in salita, via Kapuzinerberg, costeggiata da una schiera di gradini. Ci si incammina in questa direzione lungo il sentiero che poi diventa a zig e zag, e in 10 minuti si arriva proprio sopra il muro.

Qui si nasconde un incantevole giardino, ricco di panchine e zone panoramiche, che finisce all’inizio di un bosco, dove è possibile andare a correre o fare trekking. Il periodo migliore per godere di questo scorcio di natura lontano dalla città è sicuramente in autunno, quando le foglie si dipingono di colori caldi e il sottobosco si trasforma in qualcosa di soave e quasi magico!

òò (1 di 1)

La casa di Mozart:

A Salisburgo non può mancare una visita alla casa di Mozart, dove l’artista è cresciuto, che si trova proprio in centro, nella via principale Getreidegasse 9. Chiamata anche  “Casa Hagenauer”, il suo interno conserva ancora alcuni strumenti musicali, dei documenti e qualche ritratto della famiglia. Molti dicono che non vale la pena visitarla  in quanto l’interno non vale il prezzo, però penso che se visitate la città per la prima volta è un vero peccato non vedere la casa natale di questo grande compositore.

In città sono presenti moltissimi locali o caffetterie che vendono i cioccolati di Mozart, ottimi souvenir per il ritorno a casa, ma attenzione ad i prezzi!

I parchi di Mirabell:

 

Lasciando la fortezza alle spalle e passando sopra uno dei tanti ponti che attraversano il fiume ci si trova dall’altra parte della città dove continua il centro storico e dove si possono visitare i giardini di Mirabell, una grande zona verde che ricorda i parchi dei palazzi reali, curato nei minimi dettagli con cespugli potati alla perfezione e aiuole piene di rose rosse. Nelle giornate di caldo ci si può rinfrescare dalla fontana di Pegaso posta al centro dei giardini, circondata da piccoli sentieri di ciottolato che si intrecciano tutto intorno.

castello di mirabell

Museo della Red Bull:

Nella zona periferica di Salisburgo vicino all’aeroporto principale della città, in una strada secondaria, si trova un secondo aeroporto privato che ospita il museo della Red Bull, chiamato più comunemente Hangar 7, dove sono collocati vari modelli automobilistici sponsorizzati dalla Red Bull come ferrari, moto da corsa, elicotteri o piccoli aerei.

In un angolo dell’ Hangar è esposta una galleria di foto sportive, dove spiccano delle opere di famosi fotografi che hanno lavorato ad alcuni progetti in collaborazione con la Red Bull stessa.

Nell’Hangar non si trova solo il museo ma anche un ristorante stellato, dove ogni mese si può gustare una cucina proveniente da una parte diversa del mondo, come Thailandia, Africa, America del Sud o Australia. Oltre alle cene, vengono proposte anche colazioni a base di prodotti bio, che costano 25 euro a persona e sono disponibili solo su prenotazione, o aperitivi presso il long bar all’ultimo piano.

Museo red bull salisburgo

WP_20150130_013_finemmeee

La Getreidegasse:

La Getreidegasse è la strada pedonale del centro di Salisburgo, dove si riversa tutta la popolazione durante i weekend o i giorni di festa. Una lunga via ricca di negozi e ristorantini tipici della zona, circondata da alte case e abbellita da tante insegne di ferro conservate con gli anni, simbolo dei negozi artigianali e delle birrerie.

Lungo la strada principale vi sono alcuni portici che portano in altre zone seminascoste dove si trovano alcuni caffè o ristoranti con il giardino esterno, dove si può mangiare o bere un bicchiere di vino all’aria aperta. Alcune zone sono molto pittoresche, con basse finestre impreziosite da cascate di fiori sgargianti e piccoli oggetti in legno come cuori, guffi, piccoli animali o cartelli di benvenuto. Al termine di questa via si trova una grande chiesa

Castello di Hellbrunn:

Fuori da Salisburgo, a circa 10 minuti di auto dal centro storico, si trova il Castello di Hellbrunn, costruito dall’arcivescovo Markus Sittikus. Questa grande dimora veniva usata per ospitare feste ed eventi di cultura, ed era stato costruito con la concezione di creare dei giochi d’acqua, quali fontanelle o spruzzi, che uscissero dal muro, dai cespugli e anche dalle statue posizionate in tutto il giardino. Essi sono tuttora in uso e vengono attivati durante le visite guidate, all’insaputa del turista.

Il monumento principale è il tavolo in giardino. Quando l’arcivescovo aveva ospiti a pranzo, li invitava a mangiare nel suo lussureggiante giardino, attorno ad un bellissimo tavolo di marmo e a fine serata azionava un interruttore che faceva uscire l’acqua dalle sedie di tutti i suoi ospiti.

 

Museo di Scienze Naturali:

Il museo di scienze naturali , offre la possibilità di vedere oltre 40 vasche piene di pesci di ogni genere,la sala dei dinosauri e dei rettili e la Science Center dove è possibile azionare svariati esperimenti scientifici (in tutto ci sono 80 stazioni).

Durante la visita guidata potete entrare nella sala dello spazio e dei cristalli, la stanza del corpo umano e quella del mare – come fonte di energia.

 

Il Duomo:

Il Duomo invece è il più importante edificio ecclesiastico della città, costruito in stile barocco, dove è stato battezzato Mozart. Essa è stata la prima chiesa con questo stile ad essere stata costruita a nord dell’Austria.