Weekend on the road in Sardegna

Volete prendervi una pausa dal lavoro, ma non avete ne tempo ne ferie a disposizione? Oggi vi propongo un mini weekend on the road in Sardegna, per staccare la spina e ricaricarvi al massimo prima del lunedì!

Considerando il fatto che, l’aeroporto con maggiore flusso di voli nazionali è Cagliari, ho deciso di mostrarvi un itinerario in macchina partendo da Cagliari-Elmas e risalendo fino alla provincia di Oristano, lungo la costa occidentale dell’isola. Prima di acquistare il volo è bene controllare qualche offerta online per prenotare la propria vettura ad un buon rapporto prezzo/qualità.

Il mio consiglio è di cercare un sito che confronta i prezzi tra le più famose compagnie di autonoleggio, dando quindi la possibilità di avere una scelta più ampia e magari risparmiare rispetto ad altre agenzie. Un buon sito che rispecchia questa opzione è EasyTerra. Facile, veloce e con la possibilità di cancellazione gratuita in caso di imprevisti.

 

Tappe weekend on the Road

 

Arrivati all’aeroporto di Cagliari non vi rimane che dirigervi al banco per il noleggio auto che si trova all’uscita, tutto a sinistra, e prendere il vostro mezzo per i prossimi 3 giorni. Il viaggio ha inizio!

 

Weekend on the Road / Pula – Santa Margherita di Pula

on the road sardegna weekend pula

Pula è una piccola cittadina vicino al mare, punto di passaggio per le belle spiagge bianche dalla sabbia finissima, circondate da alti promontori, che si diramano sulla costa per 20 km. Il suo territorio si differenzia tra coste rocciose e spiagge di media grandezza, come quella di Santa Margherita di Pula, caratterizzata da un mare trasparente e cristallino. Se volete avventurarvi tra monti, boschi e ruscelli potete spingervi fino al Parco Naturale del Sulcis, per qualche escursione di metà giornata.

 

Weekend on the Road / Chia – Cala Cipolla – Capo Spartivento

Proseguendo verso nord, e fiancheggiando il mare trovate il territorio di Chia, che comprende piccole cale nascoste e difficilmente raggiungibili che lasciano senza fiato. Una delle mie preferite è Cala Cipolla, un posto amato da coloro che praticano lo snorkeling, data la presenza di un fondale roccioso e ricco di pesci.

Dalle spiagge la costa si trasforma pian piano in scogliere, dove si trova il faro di Capo Spartivento, diventato famoso perché ospita al suo interno un piccolo hotel di lusso con ristorante sul mare.

 

Weekend on the Road / Porto Pino – Spiaggia delle Dune

on the road sardegna weekend

Lasciando alle spalle le scogliere di Capo Spartivento si prosegue verso Porto Pino, passando per la bellissima strada panoramica SP71, che affianca la costa in un percorso ricco di curve e saliscendi. Porto Pino è una bellissima spiaggia con il mare dalle sfumature variegate e il fondale basso, nascosta dietro una pineta dopo il porticciolo. Da qui si può raggiungere a piedi la spiaggia delle dune, con una passeggiata di 30 minuti. Questa spiaggia ricorda tanto il deserto, con qualche albero sparso qua e là con il tronco piegato dal vento, tipico della vegetazione sarda.

Noi abbiamo provato a raggiungere le dune con l’auto, seguendo le istruzioni di google maps, ma in entrambe le strade disponibili abbiamo trovato chiuso il passaggio; nella prima non c’era più il ponte dove si poteva attraversare, mentre nel secondo caso la strada era zona privata. Quindi è preferibile raggiungere le dune a piedi, passando dalla spiaggia di Porto Pino.

 

Weekend on the Road / Sant’Antioco – Spiaggia di Calasetta

calasetta relitto

Il weekend prosegue lungo la costa, dove troviamo la piccola isola di Sant’Antioco, collegata alla Sardegna con un piccolo ponte. La città principale, che prende lo stesso nome dell’isola, è stata costruita sopra una collina, e affaccia proprio sul mare, regalando una bellissima vista dal punto più alto. Un buon compromesso tra relax e vita notturna sta proprio qui! La sera il porto affolla di persone che mangiano gelati, prendono l’aperitivo o passeggiano tra le barche prima di andare a mangiare in qualche locale all’aperto.

L’isola si gira facilmente in due orette  con qualche sosta in una delle spiagge che caratterizzano l’isola, tra cui quella di Calasetta. Una bellissima barca a vela tedesca è rimasta incagliata tra gli scogli di Calasetta, e da allora è rimasta ferma lì, inclinata e accessibile a tutti. Il comune la vuole demolire, non si sa ancora quando, ma per il momento, questo relitto è senz’altro un buon motivo per spingersi fino a questa spiaggia.

 

Weekend on the Road / Nebida – Masua – Porto Flavia

Foto di Sardinia Sailing

Se cercate un posto veramente speciale per qualche foto da album dei ricordi, Porto Flavia è senz’altro in assoluto un posto che lascia a bocca aperta. Non è un semplice porto come quelli che conosciamo oggi, ma è scavato nella roccia del promontorio di Masua, proprio di fronte al Pan di Zucchero. Creato nel 1925, scavando per 600 metri, serviva da base per caricare le grandi navi da trasporto per i minerali. Il punto più bello da cui si può vedere Porto Flavia è dal mare.

Le visite sono guidate, e la prenotazione non è obbligatoria, ma consigliata, visto l’enorme flusso di turisti che visitano la zona in stagione estiva. Per prenotare vi potete rivolgere all’Ufficio IAT al numero 0781/274507 ( dal martedì al sabato dalle ore 10,00 alle 12,00 e dalle ore 15,30 alle 18,30) oppure inviare un email a infoturistiche@comune.iglesias.ca.it . Il biglietto costa 10 euro.

 

Weekend on the Road / Cala Domestica – Buggerru

buggerru cala domestica

Poco più su, proseguendo sulla SP 83 si trova la città di Buggerru, famosa in tutta l’isola perché ospita una delle cale che senza ombra di dubbio rappresenta l’inconfondibile bellezza della Sardegna.

Cala Domestica è un luogo appartato circondato da alte colline tappezzate di macchia mediterranea, raggiungibile tramite una passerella in legno che collega il parcheggio alla spiaggia. La zona in cui si trova è un ex paese minerario, e alcuni resti di edifici o magazzini sono ancora presenti davanti al mare, regalando delle bellissime inquadrature per qualche foto. Una grotta che passa tra le rocce nella parte destra della cala, ricollega a una piccola spiaggia, nel quale si trova la foce di un torrente.

 

Weekend on the Road / Fluminimaggiore

Foto di sulcisinglesiente.eu

 

Allontanandovi dalla costa potete raggiungere il paesino di Fluminimaggiore, dove si trovano le grotte di Su Mannu, definite tra le più antiche del mondo. La grotta, che risale a 15 milioni di anni fa è caratterizzata da stalattiti e stalagmiti, sparsi per i 500 metri aperti al pubblico ( 8 km di lunghezza totale), e da piccoli laghi sotterranei. Un tempo l’ingresso della grotta è stato utilizzato come tempio ipogeo nuragico.

 

Weekend on the Road / Montevecchio – Piscinas

Foto di sardiniapost.it

Qui avete due possibilità: dirigervi prima alla spiaggia di Piscinas, dove troverete altre dune di sabbia o proseguire direttamente per Montevecchio. Se precedentemente siete andati alle dune di Porto Pino potete saltare Piscinas e andare oltre.

Montevecchio è un piccolo paese nella zona di Guspini, che ospita uno dei più conosciuti complessi minerari della Sardegna. Il paese, posto sopra una collina è circondato da boschi di sugheri e lecci, e dista pochi km dal mare della Costa Verde. In inverno il paese è quasi disabitato, e in alcune zone sembra di stare in una città fantasma mentre, durante la stagione estiva, è un luogo di passaggio per le bellissime spiagge della costa ovest. Per visitare le miniere conviene prima informarsi presso un centro turistico, perché a seconda della stagione vengono aperte al pubblico solo su prenotazione.

 

Weekend on the Road / Oristano – San Giovanni di Sinis – Is Arutas

san giovanni di sinis oristano

Da Montevecchio si ritorna a Guspini, e seguendo la SS126 si prosegue in direzione Oristano. Oltre ad un giro nella cittadina consiglio di visitare le spiagge di San Giovanni e di Is Arutas, per conoscere anche la zona centrale dell’isola.

San Giovanni è un lembo di terra che divide il “mare vivo” dal “mare morto”, così chiamati perché, per via dei forti venti, uno è quasi sempre agitato, mentre l’altro è sempre calmo! Qui di trovano due torri, e i bellissimi resti archeologici di Tharros, una città punico – romana fondata nel VIII secolo a.c.

Is Arutas invece è la bellissima spiaggia dei chicchi di quarzo bianchi, che si sposano con i colori del azzurro e del celeste del mare. Una spiaggia unica in tutta la Sardegna dove lascerete il cuore. In estate è sempre pieno di persone, e non potrete godere appieno delle meraviglie di questo posto, ma se andate in primavera o nel periodo di Settembre rimarrete abbagliati dalla sua bellezza.

 

Ritorno a Cagliari per la superstrada 131

Per ritornare in aeroporto percorrete tutta la SS 131, e in un’ora sarete a destinazione.

 

Che ne pensate di questo itinerario nel weekend? Avete fatto qualche altro giro on the road dell’isola durante le vostre vacanze in Sardegna? Se sì fatemi sapere qua sotto tra i commenti.