60 cose da fare in Cina

cosa fare in cina

Che belle le liste! Sono semplici, puoi descrivere le cose senza giri di parole, e sopratutto sono una lettura leggera! Iniziamo: Quali sono le 60 cose da fare in Cina?

1 Guardare i vecchietti che giocano al Mahjong, un gioco di tessere diffuso in Cina, seduti in tavolini improvvisati nei marciapiedi.

2 Affittare dei giubbottoni invernali e salire sul Tempio Sospeso di Datong in modalità eschimese (vale anche per l’estate in quanto il tempio si trova in una valle dove tira sempre vento gelido).

3 Scoprire il parco nazionale di Zhangjiajie, luogo da cui è stato ispirato il film Avatar.

4 Entrare nella catena di negozi Miniso e spendere almeno 100 CNY.

5 Visitare Luoyang, la città d’origine del taoismo, dove si trovano le grotte di Longmen, patrimonio dell’umanità dell’UNESCO.

6 Salire sul Shanghai Tower, il secondo grattacielo più alto al mondo, o sul Shanghai World Financial Center, dove puoi camminare sul ponte di vetro del 100° piano.

7 Assistere alla cerimonia del tè, con degustazione, presso la Huxinting Chashi, all’ingresso del parco Yuyuan a Shanghai.

8 Vedere il tramonto dal lago Xi Hu, ad Hangzhou, a due ore da Shanghai.

9 Scoprire come si fanno i noodles nei piccoli ristoranti a gestione familiare. 

10 Scattarsi dei selfie con i Buddha giganti delle grotte di Yungang, a Datong.

11 Cantare nei tipici KTV, i Karaoke cinesi, ( quelli adatti a tutti, mi raccomando. Esistono infatti anche quelli a luci rosse dove vi sono solo uomini e “cameriere”) che i cinesi adorano e dove passano la maggior parte dei weekend.

12 Mangiare il gelato alla fava/piselli, che a quanto pare è uno dei più venduti in Cina

13 Far volare un’aquilone nel parco fuori dalle mura di Pingyao.

14 Farsi fotografie con almeno 20 cinesi sconosciuti (questa è facile!)

15 Salire i 999 scalini per arrivare alla porta del paradiso,un enorme buco naturale nella roccia, a 8 km dal paese di Zhangjiajie.

16 Prima di arrivare alla scalinata, salire sulla Tianmen Mountain Cable, una delle funivie più lunghe del mondo.

17 Percorrere il cammino della Fede, un percorso in vetro a 1400 metri d’altezza che costeggia la montagna per arrivare alla porta del paradiso dal lato opposto.

18 Entrare in un ristorante con solo menù cinese, ordinare dei piatti a caso e lasciarsi sorprendere!

19 Fare un tour in barca, nel lago del Palazzo d’estate a Pechino.

20 Fare conoscenza con un cinese che parla poco o niente l’inglese, utilizzando il traduttore automatico.

21 Provare l’esperienza di viaggiare nei treni notturni e dormire nei letti duri, con altre cinque persone.

22 Provare il frullato zuccheroso al sapore di Big Babol e con palline gommose all’interno, bevanda che i cinesi adorano!

23 Staccare la spina dalla città di Pechino, per nascondersi nel antico e tranquillo osservatorio astronomico (metro 1 e 2 fermata Jianguomen).

24 Passare qualche ora seduti in un bar all’aperto nella Former French Concession a Shanghai, osservando il via vai di persone con una birra in mano.

Visualizza questo post su Instagram

La Concessione Francese è uno dei quartieri più conosciuti per essere il centro dell'arte e della vita europea a Shanghai 🏫 . Bar, ristoranti e negozi richiamano le più importanti capitali europee, e le boutique non si fanno mancare la moda di alta qualità. Le gallerie d'arte e quelle fotografiche, come anche lo studio tattoo, che si trovano nelle piccole stradine del quartiere, danno il tocco in più che manca per essere una zona di qualche città occidentale. Le case con i mattoncini rossi, i balconi con le ringhiere in ferro a riccioli e le cascate di fiori addobbano le vie rendendo il tutto molto pittoresco! 🌷🌻🌼 . Non può quindi mancare la birreria tedesca, il ristorantino italiano, il pub irlandese e i piccoli negozietti olandesi. . . #conlozainoincina . #shanghai #cina #viaggiare #travel #frenchconcession #european #travelworld #aroundtheworld #backpack #backpackergirl #viaggiofaidate #lowcost #lifemoments #instago #instatravel #socialmediatips #vacation #holiday #trip #ispiration #photooftheday #igdaily #instamood #bestoftheday #chinatown #town #visitshanghai #shanghai_life

Un post condiviso da Francesca (@viaggiarelontano) in data:

 

25 Camminare sulla muraglia rovinata dal tratto di Gubeikou a quello di Jinshanling.

26 Visitare il quartiere musulmano di Xi’an e provare lo street food (muniti sempre di imodium!).

27 Guardare i cinesi che si dilettano in danze improvvisate nei parchi o sui marciapiedi.

28 Vedere il giardino delle rose dietro la pagoda della piccola oca selvatica, a Xi’an, e perdersi per almeno un oretta buona.

29 Prendere una bicicletta pubblica (le gialle) a Pechino e girare per la città, immergendosi nel traffico metropolitano.

30 Guardare i cinesi che pregano secondo la tradizione Buddhista, in ginocchio e con un bastoncino d’incenso acceso, in segno di gratitudine per il loro dio.

31 Perdersi letteralmente tra gli Hutong di Pechino.

32 Dormire una notte negli hotel capsule.

33 Svegliarsi all’alba e assistere alle lezioni di Tai Chi, nei parchi pubblici.

34 Visitare i cortili interni delle case di Pingyao, perfetti e curati nei minimi dettagli.

35 Provare l’ebrezza di andare sul motorino in tre, come d’abitudine cinese.

36 Dormire sulla muraglia selvaggia a Jiankou (meglio se con una guida).

37 Andare a Leshan per vedere la statua di pietra di Buddha più alta del mondo, che raggiunge i 71 metri.

38 Mangiare i deliziosi biscotti al tè verde e al matcha latte (negozi nell’ hutong di Nanluoguxiang, Pechino).

39 Innamorarsi dei panda giganti, e pagare una fortuna per prendere un cucciolo in braccio (circa 200 euro mi pare).

40 Acquistare un biglietto per il Bund Sightseeing Tunnel, il tunnel della metropolitana che collega il Bund al Pudong di Shanghai. Un piccolo percorso accompagnato da giochi di luce, musica ed effetti speciali.

41 Partecipare alla maratona sulla muraglia cinese, nel mese di maggio.

42 Non entrare nei bagni pubblici che si trovano nelle strade, o se volete vivere l’ebrezza cinese, potete affacciarvi il tanto giusto per capire che avete fatto uno sbaglio!

 43 Non perdersi lo spettacolo del Pudong di Shanghai illuminato dalle luci della notte, anche con la pioggia.

 44 Provare i famosi water automatici, con la tavoletta riscaldata e il bidet incorporato.

45 Comprare un Mantou, il famoso pane cinese al vapore, ripieno di carne, verdure o fagioli dolci.

46 Camminare senza un programma per le vie di Pingyao e scoprire dei luoghi fuori dalle solite tappe turistiche.

47 Dare da mangiare ai pescioloni arancioni nel Forest Park (Pechino).

48 Fare ginnastica nelle palestre all’aperto.

49 Dedicatevi alla contrattazione. Non si è in Cina se non si contratta per un prezzo: dai vestiti, agli oggettini ricordo, dai taxi al cibo da strada.

50 Ammirare il tramonto dalle terrazze di riso di Yuangyang, le più belle d’Asia.

51 Visitare il centro città a bordo di un Tuk Tuk.

52 Spendere due ore per passeggiare nel giardino tradizionale di Yuyan a Shanghai e osservare la natura seconda la filosofia millenaria cinese.

53 Percorrere il percorso più pericoloso al mondo per arrivare in cima al monte Hua Shan (partenze da Datong e Xi’an).

54 Percorrere le mura di Xi’an in bicicletta (4 km tra un noleggio bici all’altro) e lasciare che il tempo vi sfugga di mano.

55 Mangiare i noodles istantanei stando in piedi nel corridoio dei treni.

56 Andare a Zhouzhuang, la Venezia dell’Oriente, e navigare sui canali a bordo di una barchetta (zona Shanghai). 

57 Salire sul treno più veloce al mondo (400 km/h) che collega l’aeroporto di Shanghai al centro città.

58 Aspettare la notte per vedere la meravigliosa torre del tamburo di Xi’an illuminata da tantissime lucine.

59 Per i non deboli di stomaco. Andare a Wangfujing Snack Street di Pechino e provare spiedini di tutti i tipi ( scorpioni, larve, stelle marine, ricci, ragni e chi più ne ha ne metta!)

60 Scoprire il 798 Art Zone, il quartiere delle fabbriche a Pechino, dove tutto diventa arte.

 

Ecco la mia lista, che ve ne pare? Ho

scordato qualcosa che volete aggiungere? 😀

E invece quali sono secondo voi le “cose da fare in cina”?